News

Sicurezza alimentare. La presentazione del dossier "Basilicata a tavola" chiude il progetto.

 

Un’analisi completa e approfondita sul sistema di controllo e repressioni delle frodi agroalimentari. E’ questa l’anima del dossier  Basilicata a Tavola, presentato ieri mattina nel corso di una conferenza stampa presso l’Istituto Agrario “G. Fortunato” di Potenza. Giunto alla sua seconda edizione, il rapporto è stato realizzato dall’Osservatorio Ambiente e Legalità della Regione Basilicata, in collaborazione con la Legambiente Basilicata e il coinvolgimento inedito degli alunni delle classi IV dell’istituto.  

“Basilicata a Tavola” è una fotografia del sistema dei controlli operati nel settore agroalimentare lucano nel bienno 2010-2011, attraverso il report fedele dei dati forniti dai vari Corpi dello Stato: Carabinieri per la Tutela della Salute, Nas di Potenza, Ispettorato per il Controllo della Qualità dei prodotti agroalimentari - sede di Potenza, Corpo Forestale dello Stato - Comando Regionale di Basilicata, Guardia Costiera di Maratea, Assessorato alla Salute della Regione Basilicata.I dati sono stati elaborati con l’intento non solo di mettere a confronto le variazioni avvenute nella nostra regione nel periodo di riferimento, ma anche di raffrontare il dato regionale con quello nazionale. Dallo studio emerge una rete capillare ed efficiente di controlli, spesso condotti congiuntamente dai vari organi dello Stato. Come spiegano i curatori del dossier, “il sistema delle produzioni alimentari è variegato e complesso, dunque anche la lettura di queste informazioni non è semplice, ma deve essere accompagnata da una attenta conoscenza delle regole di produzione, di quelle di trasformazione e di commercializzazione. – e continuano - di tutte le informazioni che abbiamo raccolto, ne riportiamo alcune che hanno destato la nostra attenzione: ad esempio, il numero di controlli (pari al 3 percento di quelli nazionali) nell’ultimo anno risulta in calo come quello di molte altre attività ispettive esercitate dallo stato.” Durante la conferenza di ieri è emerso anche il fruttuoso coinvolgimento delle classi IVA e IVB dell’ l’I.P.A.S.R "G. Fortunato" di Potenza, che grazie alle attività del Programma strategico Epos 2010-2013, hanno realizzato a partire dal mese di gennaio un percorso di approfondimento, non solo sugli aspetti tecnico-legali relativi al comparto alimentare, ma anche quelli legati alla più ampia tematica del consumo consapevole. “Con il rapporto – conclude Pietro Fedeli, direttore dell’Osservatorio - si perseguono diversi obiettivi: il primo è di sensibilizzare alla legalità ambientale, a partire da quello che ci tocca più da vicino, ossia l’alimentazione; il secondo è quello di esercitarci all’approfondimento per la comprensione delle problematiche ambientali e il terzo, di focalizzare l’attenzione sul sistema agroalimentare lucano che, sebbene sia costituito di piccole e medie imprese, vanta tipicità e produzioni di qualità che possono costituirne la forza”.

menu

REGIONE BASILICATA
Dipartimento Ambiente ed Energia
Potenza 85100 - Via Vincenzo Verrastro, 5
tel. +39 0971.669050

informativa su cookie © credits